L’Avv. Soave risponde: “concetto di circolazione” - Il Broker.it

L’Avv. Soave risponde: “concetto di circolazione”

Si segnalano le conclusioni dell’Avvocato Generale della Corte di Giustizia UE in relazione ad una controversia nanti la Corte Suprema spagnola tra due compagnie di assicurazioni in tema di risarcimento danni causati a una casa unifamiliare dall’incendio di un veicolo parcheggiato in garage e in relazione all’interpretazione della nozione di “circolazione dei veicoli“, ai sensi dell’art. 3 comma 1 direttiva 2009/103.   Più precisamente, si controverte su detta nozione chiedendosi se essa ricomprenda la situazione in cui un veicolo abbia preso fuoco mentre si trovava parcheggiato da più di ventiquattro ore in un luogo di stazionamento privato e l’incendio abbia trovato la propria origine nei meccanismi necessari per garantire la funzione di trasporto del veicolo in parola.   Secondo l’Avvocato Generale nella “circolazione dei veicoli” va considerato il coinvolgimento di un veicolo utilizzato nella sua funzione di mezzo di trasporto in un sinistro verificatosi in un luogo di stazionamento a ciò destinato.   La circolazione dei veicoli è, infatti, nozione autonoma del diritto dell’Unione non suscettibile di interpretazione rimessa alla discrezionalità dei singoli Stati membri, evolutasi in base alle diverse situazioni portate all’esame della Corte la quale ha dichiarato che nella “circolazione dei veicoli” rientra qualsiasi uso di un veicolo conforme alla funzione abituale di quest’ultimo, ossia alla funzione di mezzo di trasporto.   Pertanto, si possono ritenere coperte da assicurazione obbligatoria le ipotesi in cui il veicolo si trova fermo e in un parcheggio, non rilevando che il motore fosse o meno acceso nel momento in cui si è verificato il sinistro.   Ne consegue che la nozione in oggetto ricomprende le situazioni in cui i danni siano stati cagionati mentre il veicolo si trovava stazionato in un luogo privato destinato a tal fine, non rilevando in tal senso alcun limite temporale circa il verificarsi del sinistro.   L’Avvocato Generale ha, dunque, ritenuto che l’art. 3 comma 1 direttiva 2009/103 possa essere interpretato nel senso che rientra nella nozione di “circolazione dei veicoli” una situazione nella quale un veicolo, utilizzato conformemente alla sua funzione di mezzo di trasporto, sia coinvolto in un incendio verificatosi in un luogo destinato a parcheggio, non rilevando che lo stesso si sia prodotto in un garage privato individuale o in seguito a una sosta prolungata.   Avv. Gian Carlo Soave.

0 Comments

Leave A Comment