ITAS Vita, Banca Etica e Fondazione Finanza Etica insieme per una previdenza più equa e sostenibile

Lascia un commento

19 marzo 2018 di ilbroker

Risultati positivi nella collaborazione sulla linea etica AequITAS che si traducono anche in risorse per il sostegno alle attività di microcredito e microfinanza

Un’economia più giusta guidata dalla possibilità di fare scelte consapevoli, sostenibili e solidali: è questo l’obiettivo dell’accordo firmato oggi a Padova tra Banca Etica, Fondazione Finanza Etica e ITAS Vita.

La collaborazione tra ITAS Vita e Banca Etica è ormai consolidata: AequITAS, una linea di investimento socialmente responsabile nell’ambito del Fondo Pensione Aperto PensPlan Plurifonds, è stato il primo strumento di previdenza complementare etica varato nel 2005.

Nel 2009 è nato poi il Fondo AequITAS, alimentato dai contributi volontari degli assicurati e gestito da Fondazione Finanza Etica per fornire garanzie a copertura di operazioni di microcredito e microfinanza finanziate da Banca Etica e finalizzate al sostegno e alla nascita di microimprese nei territori.

Le principali novità dell’accordo siglato oggi riguardano:

● La creazione di una commissione per valutare i progetti da finanziare che rappresenti i tre enti coinvolti (ITAS Vita, Banca Etica, Fondazione Finanza Etica).

● La possibilità di utilizzare il Fondo a sostegno di bandi di crowdfunding, promossi da Banca Etica, insieme ad Etica sgr, sulla piattaforma Produzioni Dal Basso, che siano in linea con gli obiettivi preposti.

Il comparto AequITAS è uno strumento efficace anche per il mondo della cooperazione e del Terzo Settore, che mostra un interesse crescente verso le linee pensionistiche, a maggior ragione se etiche”, commenta Raffaele Agrusti, direttore generale di ITAS. “Per questo, è stato siglato anche un accordo con il consorzio equo solidale Equo Punto a Capo, società cooperativa che si propone di sostenere il passaggio alla legalità di molti piccoli microimprenditori, attraverso azioni di microfinanza”.

Siamo soddisfatti delle novità introdotte con il rinnovo dell’accordo. La collaborazione con Itastramite il fondo Aqeuitas– spiega Nazzareno Gabrielli, vice direttore generale di Banca Etica –  ci permette di finanziare alcune attività di microfinanza e potrà diventare una risorsa anche per accelerare progetti che cercano finanziamenti dal basso con il crowdfunding”.

La linea AequITAS ammonta oggi a 74.3 milioni di euro, con un totale di oltre 7.500 aderenti. Pensato per le persone sensibili ai temi sociali ed eco sostenibili, il comparto promuove una previdenza integrativa socialmente responsabile e ispirata ai principi etici, offrendo risposte coerenti ai bisogni delle persone. Ogni anno gli aderenti al fondo versano un contributo di 5 euro per facilitare l’accesso al credito a giovani imprenditori in Italia.

Alla firma dell’accordo hanno partecipato Raffaele Agrusti, direttore generale di ITAS, Alberto Rossi, direttore commerciale di ITAS, Nazzareno Gabrielli, vice direttore generale di Banca Etica e componente della giunta esecutiva di Fondazione Finanza Etica e Sandro Antonioli, responsabile commerciale di Banca Etica.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

Quante visite?

  • 1,895,340 Visite

Evento 10 Maggio 2018

Spazio per Te

Segui assieme ad altri 8.994 follower

AEC SpA

AFI – ESCA

Blog Per Innovare

Il Broker – Il Blog per l’Intermediario Assicurativo.

Direttore Responsabile: Dott. Luca Florenzano. Sede Editoriale: Via Goffredo Mameli, 1 / 2 - 16122 Genova. Testata Telematica - Iscrizione al n. 6/2016 del Registro Stampa presso il Tribunale di Genova con Decreto Presidenziale del 5 Agosto 2016.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: