GESTIONE DEI SINISTRI ESTERI: NASCE ANIACE, L’ASSOCIAZIONE PER UNIRE LE FORZE

Lascia un commento

19 Febbraio 2018 di ilbroker

La presentazione dell’Associazione Nazionale Italiana Assicuratori Corrispondenti Esteri avverrà all’Italy Insurance Forum in programma a Milano il prossimo 11 aprile.

Fare massa critica. Unire le forze – ma soprattutto mettere a fattor comune le esperienze, anche le più eterogenee – per tentare di migliorare significativamente la gestione dei sinistri esteri, che oggi rappresentano ancora un importante punto interrogativo per le Compagnie, le società che gestiscono i sinistri, ma anche per i danneggiati stessi, coloro che il sinistro lo subiscono e che spesso si trovano a dover vivere situazioni paradossali, sempre alle prese con diverse normative, regole non affini fra i vari Paesi stranieri in cui è valida la carta verde e che chiedono a gran voce regole più chiare, procedure più snelle e soprattutto uniformi.

E’ con queste intenzioni che nasce ANIACE, Associazione Nazionale Italiana Assicuratori Corrispondenti Esteri e che si pone l’obiettivo ambizioso di diventare un punto di riferimento per tutti i soggetti che si occupano di questo genere di sinistri.

D’altronde basta dare un’occhiata ai trend degli ultimi anni per accorgersi che i sinistri esteri, nei Paesi in cui è valida la carta verde (Unione Europea e Svizzera) sono in costante aumento. E gestirli diventa sempre più complicato. Un fenomeno “di nicchia”, certamente, ma non per questo meno importante di altri.

E allora ecco che è emersa la necessità di creare un nuovo soggetto indipendente, autonomo, trasversale, che fino ad oggi mancava. Considerando che – anche grazie alle banche dati di soggetti come l’Ivass – oggi è possibile contribuire a creare un vero e proprio focus antifrode anche su questa fattispecie di incidenti.

I soggetti interessati ad aderire ad ANIACE. sono ovviamente tutte le società che gestiscono i sinistri transfrontalieri. Ma anche le Compagnie, che hanno tutto l’interesse – dal punto di vista giuridico – a partecipare a un’associazione che, fra i propri scopi, ha proprio quello di favorire un’armonizzazione dal punto di vista legale delle legislazioni in materia vigenti in Europa.

Già, perché oggi le regole cambiano da Paese a Paese. In ogni realtà vigono norme differenti, che vanno dalla quantificazione del danno (che è oggetto, nei vari Stati, di oscillazioni anche molto rilevanti e che spesso apporta pregiudizi e disagi ai danneggiati) ai tempi di prescrizione, che variano anche considerevolmente, passando da anni a pochi mesi.

Oltre, come detto, a contribuire a fare “fronte comune” per chiedere più trasparenza e regole comuni, gli aderenti ad ANIACE potranno anche avere l’opportunità di condividere esperienze e best pratices.

Ma non solo: obiettivo di ANIACE è quello di favorire, rispetto alla giustizia ordinaria – con i suoi tempi spesso fisologicamente dilatati – l’adozione di metodi di risoluzione alternativi delle controversie: ad esempio attraverso il ricorso alle Camere arbitrali, in Italia ancora poco conosciute e utilizzate.

I principali obiettivi di ANIACE.

L’Associazione, che non ha fini di lucro, si pone nel dettaglio i seguenti obiettivi:

– La condivisione, in qualità di corrispondenti delle relative Compagnie Assicurative, delle criticità e delle opportunità che la gestione dei sinistri esteri può generare durante lo svolgimento delle attività previste in ambito Internal Regulation;

– Rappresentare i propri soci presso gli organi istituzionali (ANIA, UCI, IVASS, etc…) al fine di partecipare a tematiche specifiche senza dover subire decisioni non condivise, nei quali il settore abbia o possa avere interessi diretti o indiretti.

– Diffondere, attraverso l’organizzazione di convegni, eventi o seminari formativi la specificità che risiedono nel ruolo del corrispondente estero, cercando di condividere azioni e/o attività al servizio delle Compagnie estere che non conoscono o non presidiano il mercato italiano.

La condivisione di idee, ottimizzazioni e processi e procedure da poter sottoporre agli organi istituzionali che non contemplano questa categoria, al fine di dar voce a una specifica e particolare attività di settore e di collaborare, anche con altri enti e associazioni, alla risoluzione di problemi di ordine tecnico, economico, finanziario, amministrativo, fiscale, sociale, giuridico e legislativo riguardo alla gestione dei sinistri esteri.

– Stipulare accordi nei confronti dei prestatori d’opera, qualunque forma essi assumano, con facoltà di poter trattare opportuni accordi collettivi che possano creare benefici ai soci.

– Raccogliere ed elaborare tutti gli elementi, notizie e dati che possano avere comunque interesse per il settore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quante visite?

  • 2.267.701 Visite

Seguici via mail

Unisciti a 9.467 altri iscritti

AEC SPA

AFI – ESCA

Tecnica Commerciale o Tecnica Assuntiva?

  • STA PER USCIRE IL NUOVO LIBRO di Mirko ODEPEMKO
  • PRENOTALO
  • MANDA email a info@ilbroker.it

Il Broker – Il Blog per l’Intermediario Assicurativo.

Direttore Responsabile: Dott. Luca Florenzano. Sede Editoriale: Via Goffredo Mameli, 1 / 2 – 16122 Genova. Testata Telematica – Iscrizione al n. 6/2016 del Registro Stampa presso il Tribunale di Genova con Decreto Presidenziale del 5 Agosto 2016.