Zurich: non si è mai troppo giovani per iniziare a risparmiare

Lascia un commento

16 settembre 2017 di ilbroker

Online il secondo episodio della campagna adv social dedicata alla protezione #ZurichRisparmio&Investimento

 

“Se ami davvero i tuoi figli, faresti di tutto per il loro futuro”: questo è il claim del secondo video da oggi online sulla pagina Facebook di Zurich e degli Agenti del Gruppo in Italia. La campagna adv social di Zurich dedicata alla protezione di casa & famiglia prosegue con il lancio del secondo episodio che invita a riflettere sul valore della pianificazione finanziaria per i giovani.

 

In un divertente video una coppia di genitori, fin troppo “premurosi”, si preoccupa del futuro del figlio, con la volontà di accompagnarlo e sostenerlo nel suo percorso di vita fino all’età ormai adulta. Il video di Zurich – in maniera ironica – gioca sulla diversità dei punti di vista dei giovani e degli adulti per sottolineare come in realtà non sia mai troppo presto per proteggere le persone amate e i propri investimenti, per garantire un futuro più roseo e una maggiore tranquillità economica.

 

 

“I genitori premurosi” è il secondo capitolo delle quattro video-storie che verranno pubblicate, fino alla fine dell’anno, sul canale social del Gruppo. La regia dei quattro episodi, della durata di circa 2 minuti l’uno, è stata affidata al collettivo comico di Zootropio. Tutti i video della campagna utilizzano un linguaggio divertente e moderno, cercando di veicolare, attraverso l’ironia, un messaggio importante: il bisogno di proteggersi.

La campagna social è ideata da Tribal DDB, Gruppo DDB Italia, e pianificata da UM Italia, agenzia media del gruppo Interpublic.

 

La scelta del video virale sui canali di Zurich si inserisce in un piano di comunicazione social del Gruppo che già l’anno scorso – con la campagna innovativa e intensa “The Kinderviews” – aveva ottenuto un grande successo, vincendo anche un Premio come migliore campagna social[1] e che prevede, per quest’anno anche nuovi brevi video Kinderviews tratti dalla prima e pluripremiata versione. Il primo video della serie è online sulla pagina Facebook di Zurich e racconta quello che tutti i genitori vorrebbero sapere: ovvero cosa amano i propri figli e cosa li fa sentire davvero protetti.

 

Per Alida Galimberti, Head of Retail Market Management Zurich in Italia: “In un periodo in cui i giovani che si affacciano al mondo del lavoro hanno sempre meno garanzie, in particolar modo dal punto di vista economico, Zurich, attraverso un video fresco e ironico che verrà condiviso sulle pagine Facebook del Gruppo e degli Agenti, ha deciso di dedicare, in questo secondo episodio, una speciale attenzione al tema del risparmio e degli investimenti. La scelta di rappresentare questo tema, delicato ma molto sentito, in chiave ironica e con un linguaggio semplice e immediato, rientra nel piano di comunicazione di Zurich, che vuol fare riflettere sull’importanza di proteggere e tutelare ciò che amiamo, rivolgendosi a tutti”.

[1] Leone d’oro per il video “The Kinderviews“ MF Insurance Awards 2017

FONTE: IL BROKER

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Quante visite?

  • 2.206.928 Visite

Amissima

Segui assieme ad altri 9.397 follower

AEC SpA

AFI – ESCA

Blog Per Innovare

Il Broker – Il Blog per l’Intermediario Assicurativo.

Direttore Responsabile: Dott. Luca Florenzano. Sede Editoriale: Via Goffredo Mameli, 1 / 2 - 16122 Genova. Testata Telematica - Iscrizione al n. 6/2016 del Registro Stampa presso il Tribunale di Genova con Decreto Presidenziale del 5 Agosto 2016.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: